Giuria

Antonio Puri Purini
puri giuria 2012-150x150Antonio Puri Purini, in oltre quaranta anni di servizio diplomatico come Ambasciatore, ha ricoperto una vasta serie di posizioni a Roma (Ufficio del Primo Ministro, Capo di Stato Maggiore del Presidente del Senato, Consigliere di politica estera del Presidente della Repubblica Italiana) e all’estero (Washington, Monaco di Baviera, Tokyo, Madrid, Strasburgo, Berlino), e ha maturato un’ampia esperienza in campo politico, economico e culturale.
Come giovane diplomatico durante l’amministrazione Nixon e come Vice Capo Missione durante l’amministrazione Clinton, ha acquisito una profonda conoscenza della politica americana e forte interesse per un ulteriore rafforzamento del partenariato transatlantico.
Come consigliere di politica estera del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, si è impegnato nel processo di integrazione europea e nei problemi del bacino del Mediterraneo.
Come ambasciatore in Germania, Antonio Puri Purini si è concentrato sull’Europa, l’economia e la cultura come strumenti importanti per consolidare la partnership tra Italia e Germania.
 

Francesca Maria Corrao
corrao giuria 2012-150x150Francesca Maria Corrao insegna Lingua e Cultura Araba presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università LUISS di Roma. Si è laureata e ha conseguito il dottorato presso l’Università di Roma “La Sapienza”, e il Master in Arabic Studies all’American University del Cairo. È membro delle Associazioni di Orientalisti UEAI e di Arabisti EMTAR, dell’Istituto di Filosofia Orientale della Soka University di Tokyo e Presidente della Fondazione Orestiadi. È stata visiting professor al Cairo, Beirut, Tunisi, Damasco e ha prodotto numerose pubblicazioni internazionali. Le sue ricerche vertono sui temi di letteratura, storia e cultura dei paesi arabi. Tra i suoi lavori: Poeti Arabi di Sicilia (Mondatori 1 7; Mesogea 2001); Giufà il furbo, lo sciocco, il saggio (Mondadori 1 1; Sellerio 2006); In un mondo senza cielo. Antologia di poesia palestinese (Giunti 2007) Adonis. Ecco il mio nome (Donzelli 2009); Muhammad Bannìs. Il Mediterraneo e la parola (Donzelli 2009); Le rivoluzioni arabe. La transizione mediterranea (Mondadori 2011).

 

Diego Gullotta
Diego-Gullotta giuria 2012-150x150Diego Gullotta è nato a Roma nel 1976 dove si è laureato in Sociologia. Ha insegnato Storia della Cina e Cultura cinese presso l’IsIAO. Vive e lavora in Cina, prima a Shanghai e Nanchino e attualmente a Chongqing dove è Coordinatore didattico del Corso di Laurea di Italiano della Sichuan International Studies University e docente del corso generale in Sociologia dell’Arte e della Letteratura (in cinese).
Nell’ambito degli Studi Culturali studia l’urbanizzazione cinese; si interessa di cinema cinese su cui si possono leggere due suoi articoli sul blog www.disorientamenti.wordpress.org (“Un Festival del Cinema Indipendente”, Lo Straniero, 133; “Cinema Cinese Sorpreso Entro Margini Visuali”, Alias, 2012 n.3).

 

Nizar Al-Rawi
nizar giuria 2012-144x150Nizar Al-Rawi è il Presidente della Contemporary Visual Arts Society e dell’Iraq Short Film Festival.
Critico, scrittore, produttore e ricercatore nel campo delle arti visive, è uno dei fondatori del movimento di rinnovamento culturale dell’Iraq post-Saddam.
È stato consulente del Comitato per la cultura e per i media del parlamento iracheno (2006-200 ), dell’Associazione irachena di sostegno alla cultura (2006-200 ), del Ministero degli Affari Esteri italiano (Task Force Iraq) (2006-200 ) e del Muscat Film Festival (2010).
Ha contribuito, con alcuni colleghi, al passaggio del cinema iracheno ad una nuova fase di apertura. È autore di numerosi libri e di articoli pubblicati in molti quotidiani e riviste del mondo arabo. È impegnato nel campo dello scambio culturale tra la cultura araba e quella europea.

 

Stefano Savona
savona giuria 2012-150x150Stefano Savona è nato a Palermo nel 1969. Ha studiato archeologia e antropologia a Roma e ha preso parte a diversi scavi archeologici in Sudan, Egitto, Turchia e Israele. Nel 1995 comincia a lavorare come fotografo indipendente. Dal 1999 si dedica principalmente all’attività di regista e produttore di film documentari e videoinstallazioni (D-Day, 2005, al Centre Pompidou a Parigi). Il suo lungometraggio Primavera in Kurdistan (2006) ha ricevuto il Premio Internazionale della SCAM al Festival Cinéma du Réel di Parigi e una nomination ai David di Donatello per il miglior documentario. Piombo fuso (2009) ha vinto il Premio Speciale della Giuria al Festival del film di Locarno nella sezione Cinéastes du présent. Palazzo delle Aquile (2011) ha ottenuto a Parigi il Grand Prix du Cinéma du Réel. Tahrir Liberation Square (2011) è stato presentato, fra gli altri, al Festival di Locarno, al New York Film Festival, alla Viennale, a Doclisboa, ed è uscito al cinema in Francia nel gennaio 2012.
Nel 2010 ha fondato a Parigi con Penelope Bortoluzzi la società di produzione Picofilms.