#elgoogo project – We cannot go there now my dear

  1. we cannot go there

Sinossi:

I profughi palestinesi vivono in Siria da quando, nel 1948, sono stati costretti a fuggire dalla Palestina. Con l’intensificarsi della crisi in Siria essi subiscono, assieme ai siriani, le conseguenze della guerra. La loro storia, tuttavia, è più complessa. Fuggendo dalla Siria e cercando rifugio in Libano, stanno diventando una particolare categoria di rifugiati: sono doppiamente profughi. Come palestinesi, spesso non sono i benvenuti in Libano, come profughi, i loro documenti di viaggio non sono riconosciuti. Come palestinesi, questa è la seconda volta che perdono tutto e che si ritrovano senza casa e senza patria. Questo documentario racconta un pezzo di storia di chi si trova a essere due volte profugo. Una storia in cui, tra un esodo e l’altro, si sono risvegliati i ricordi e in cui il senso della perdita pervade ogni cosa, colpendo l’identità. Una storia di cui sono note le cause e le conseguenze, ma non la fine. Una storia in cui le vite vengono continuamente ricostruite e improvvisate, aspettando il ritorno.

Trailer
Facebook

Spunti di riflessione:

Questo documentario mette in discussione nozioni come l’identità e l’appartenenza per le persone la cui esistenza ruota attorno a una sensazione di costante perdita. Il regista ci mostra le lotte affrontate dai rifugiati palestinesi e la loro ricerca di un’identità e di un senso di appartenenza in un posto che non riconoscono come la loro casa. Il documentario mostra i sogni, i desideri e le lotte politiche dei palestinesi.

Come sempre, non dimenticate di condividere questo documentario con i vostri amici e familiari. Stiamo uniti per #crearelegami.

Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *