Secondo appuntamento Sole Luna Art in Doc a Palermo Capitale della Cultura

Continua la rassegna di documentari sull'arte e le storie di vita Sole Luna Art in Doc, organizzata da Sole Luna Doc Film Festival con il Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino in occasione dell'anno di Palermo Capitale italiana della Cultura. Il secondo appuntamento si terrà giovedì 29 marzo, alle 18,00 al Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, Piazzetta Antonio Pasqualino, 5 – Palermo. gibellina

Earthquake 68 – Gente di Gibellina

Emanuele Svezia Italia, 2008, 98’, v.o. con sottotitoli in inglese Nel 1968 un terremoto rade al suolo Gibellina, piccolo centro rurale della Sicilia.Dopo 12 anni di baraccopoli la popolazione può insediarsi nel suo nuovo centro: un paese-dormitorio a 20 km dalla vecchia Gibellina, costruito secondo i canoni di un’urbanistica utopica aliena dal contesto sociale locale. Earthquake 68 è la storia di una comunità e della sua doppia anima, della ricostruzione utopica e della speculazione edilizia, di un’identità collettiva messa a dura prova dalla Natura e dallo Stato. Una vicenda profondamente articolata e controversa, tanto straordinaria quanto universalmente paradigmatica, per ricordare a riflettere a cinquant’anni dal terremoto. Vi aspettiamo! Leggi tutto il programma della rassegna.
Leggi di più...

Treviso 4 aprile 2018 – Proiezione con Alessandro Negrini

Siamo lieti di ospitare il regista Alessandro Negrini con la proiezione del suo documentario

"TIDES-MAREE STORIE DI VITE E SOGNI PERDUTI E TROVATI (ALCUNI INFRANTI)"

MERCOLEDÌ 4 APRILE

Evento in collaborazione con Sole Luna Doc Film Festival, OpenPiave

tides Pomeriggio ore 14,30 – 16,30 Aula Magna ITT “G. MAZZOTTI” Proiezione del film documentario TIDES (MAREE) Con la presenza del regista Alessandro Negrini Intervengono Giovanni Schievano, musicista, Chiara Andrich, Andrea Mura, direttori artistici di Sole Luna Doc Film Festival Sera ore 20,00 – 22,30 ex Caserma Piave Aperitivo e Proiezione del film documentario TIDES (MAREE) Cena e conversazione conviviale con il regista Alessandro Negrini Il regista Alessandro Negrini ha ricevuto nel 2016 al Sole Luna Doc Film Festival 2 premi con il film Tides, il premio per la miglior fotografia e il premio Soundrivemotion per la miglior colonna sonora. I direttori di Sole Luna Doc Film Festival, Chiara Andrich e Andrea Mura e  Giovanni Schievano, ideatore del premio Soundrivemotion accompagneranno il regista durante le presentazioni. Ingresso libero, prenotazioni: [email protected] Maree storie di vite e sogni perduti e trovati (alcuni infranti) di Alessandro Negrini Può il racconto di un fiume rivelare il significato di una vita imprigionata dalla Storia? Nonostante la fine del conflitto, in Irlanda del Nord c’è ancora una città con due nomi diversi: Derry, per i cattolici, Londonderry per i protestanti. Nel mezzo della città scorre un fiume, il Foyle, che separandole fisicamente, ne è diventato nello stesso tempo il loro confine. Il film, narrato dal punto di vista del fiume stesso, attraverso immagini oniriche e materiale d’archivio realizzato da persone comuni negli anni ’60 e ’70, ci invita a scoprire la sua storia: che cosa ha visto questo fiume, diventato un muro liquido, che cosa ha udito, a cosa ha partecipato in questo suo lungo scorrere verso l’oceano? Cosa potrebbe dirci? Cosa sa di noi? Muovendosi tra la memoria e il presente, il fiume Foyle ci invita a riflettere su questioni che che vanno al di là dei suoi confini: che cos’è un confine? I sogni di coloro che vissero prima del conflitto, sono diversi da quelli sognati oggi? E soprattutto, cosa è accaduto ai nostri sogni? Regia: Alessandro Negrini Produttore Esecutivo: William Silke Produttori associati: Docucity, Jill Tellez, Basaglia Group Direttore della fotografia: Oddgeir Saether Montaggio: Stuart Sloan    
Leggi di più...

I vincitori della Sezione Doc del Festival dei Diritti Umani di Milano 2018

Per la terza edizione del Festival dei Diritti Umani sono stati proposti agli spettatori 8 documentari selezionati dalla presidente di SLDFF, Lucia Gotti Venturato e dai direttori artistici Chiara Andrich e Andrea Mura, giovani e già affermati filmmakers, diplomati al Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo.

Vincitore PREMIO DELLA GIURIA

Invisible Frontier, di Nicolás Richat & Nico Muzi (Belgio, Argentina, 2016, 28')

MOTIVAZIONE Per la complessità della tematica ambientale, politica e sociale che include cambiamenti climatici e diritti umani, esplorata attraverso una efficace documentazione scientifica e resa cinematograficamente con un'estetica d'impatto divulgativo senza togliere spazio all'emozione.

Menzione speciale PREMIO RESET - DIRITTI UMANI

La Terre Abandonnée di Gilles Laurent (Belgio, 2016, 73')

LA TERRE ABANDONNÉE de Gilles Laurent - Bande-Annonce ST Fr/Nl - CVB AUTEUR from CVB on Vimeo.

MOTIVAZIONE Per come è stata descritta la trasformazione del Giappone, uno dei paesi più organizzati e sviluppati tecnologicamente, di fronte al disastro nucleare di Fukushima. Il silenzio, la sospensione e l'invisibilità trasportano lo spettatore in una dimensione apparentemente normale, che viene interrotta solo da una distesa di sacchi neri contenenti terra radioattiva che... troveranno mai collocazione?
Leggi di più...

Sole Luna alla serata conclusiva del Festival dei Diritti Umani a Milano

Giunge al termine questa sera, alla Triennale di Milano, la terza edizione del FESTIVAL DEI DIRITTI UMANI che ha affrontato quest'anno il tema della salute della Terra. UNA. PER TUTTI. NON PER POCHI. Cinque giorni di talk, mostre, buone pratiche, proiezioni di documentari e film su Diritti e Ambiente. In serata verranno proclamati e proiettati i documentari vincitori, scelti tra 8 film in concorso, selezionati da Sole Luna Doc Film Festival per la manifestazione milanese. Sole Luna Doc Film Festival ha curato per questa edizione la sezione EDU, all'interno della quale sono state organizzate 5 matinée di altrettanti film, destinate ai 3000 studenti dell'hinterland milanese che hanno fatto da pubblico ai dibattiti e alle proiezioni su temi estremamente caldi, come l'inquinamento degli oceani, il riscaldamento globale, le energie rinnovabili. Il Festival di documentari ha però condiviso il proprio expertise cinematografico curando anche la sezione DOC, costituita da 8 documentari in concorso, selezionati dall'archivio Sole Luna, che sono stati proiettati nei pomeriggi dei primi quattro giorni del festival milanese. Oggi, sabato 24, saranno proiettate per tutto il giorno le repliche dei documentari della sezione DOC per una full immersion sul tema del rispetto dell'ambiente e dei diritti e doveri degli esseri umani. Questa sera verranno poi proclamati i documentari vincitori della sezione DOC del Festival, seguiranno le proiezioni dei film vincitori. La Giuria della Sezione DOC, che dopo la consultazione consegnerà ai vincitori il Premio Reset-Diritti Umani, è composta da Nina zu Fürstenberg, Alessandra Mazzai, Barbara Sorrentini. www.festivaldirittiumani.it
Leggi di più...

Un festival sui diritti umani: idee e strumenti per imparare

Continua anche nell'anno scolastico 2017/18 l'impegno di Sole Luna Doc Film Festival con gli studenti. Quest'anno la ormai consolidata collaborazione di Sole Luna con il Liceo Scientifico Einstein di Palermo si è tradotta nel percorso di alternanza scuola lavoro “Un festival sui diritti umani: idee e strumenti per imparare”. Con l'instancabile supporto del docente Fabio D'Agati, che negli scorsi anni ha coordinato il progetto della Giuria delle scuole, e l'ausilio di Valentina Ursi e Cinzia Costa di Sole Luna Doc Film Festival, gli studenti della 3^ A hanno intrapreso un percorso lungo il quale hanno incontrato professionisti nel campo dei diritti umani e della produzione cinematografica, come le operatrici della sede operativa palermitana di Amnesty International e Bernardo Giannone, giovane filmmaker, diplomato al centro sperimentale di cinematografia di Palermo. Gli studenti palermitani affronteranno questo percorso parallelamente ai giovani della 4^ L dell'Istituto tecnico Santoni-Gambacorti di Pisa, con il coordinamento della docente Orsetta Innocenti. Entrambe le classi impareranno a decifrare il linguaggio cinematografico, ad interrogarsi sul tema dei diritti ad esaminare casi di violazione della libertà e della dignità individuali e collettive. A conclusione di questo percorso, anche per quest'anno, gli studenti avranno l'importante ruolo di giurati per la sezione "diritti umani" della XIII edizione del Sole Luna Doc Film Festival a Palermo. Il percorso di Alternanza scuola lavoro si concluderà durante le giornate del Festival palermitano, dal 2 all'8 luglio, con un impegno pratico nella gestione dei diversi momenti in cui il Festival si articola accoglienza del pubblico, comunicazione, gestione ospiti.
Leggi di più...

Sole Luna Doc Film Festival a Milano – Apertura del Festival dei Diritti Umani

Per il terzo anno consecutivo Sole Luna Doc Film Festival collabora con Festival dei Diritti Umani di Milano curando una selezione di 15 documentari scelti tra i film dell’archivio di Sole Luna – Un ponte tra le culture. Il Festival dei Diritti Umani, che si terrà dal 20 al 24 marzo alla Triennale di Milano, avrà quest’anno come tema i diritti, la Terra, cosa possiamo fare noi, come dovrebbe cambiare l'economia. Lo slogan del festival di quest’anno è “Una. Per tutti. Non per pochi”. Un motto che mette al centro della riflessione gli esseri umani e il loro rapporto con l’ambiente, i loro diritti ma anche i doveri, per preservare insieme la Terra. Il 20 marzo si darà il via a tutte le iniziative previste per il Festival dei Diritti Umani: dibattiti, mostre, talk sulle buone pratiche e proiezioni. All'interno della manifestazione sarà possibile partecipare alle proiezioni della sezione DOC, dei documentari in concorso, e della sezione EDU, destinata a migliaia di studenti delle scuole superiori di Milano, curate da Sole Luna Doc Film Festival. Scoprite qui il programma delle nostre proiezioni. Si comincia domani, vi aspettiamo numerosissimi! #SoleLunaDocFilmFestival #crearelegami #fdu18 #TuttiXTerra #DirittiDoveri
Leggi di più...

Sole Luna Art in Doc a Palermo Capitale della Cultura

Sole Luna Art in Doc a Palermo Capitale della Cultura Rassegna a cura dell’Associazione Sole Luna, Un ponte tra le culture con il Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino

L’arte può intrecciare le storie di vita degli individui, segnandone il percorso nei modi più imprevedibili. Biografie singole o collettive, raccontate attraverso il loro incontro con l’arte. Chiude la rassegna un omaggio a Jan Fabre, uno degli artisti più interessanti del panorama contemporaneo.

Ingresso libero

15 marzo, h. 18.00, MIM Piazzetta Antonio Pasqualino, 5 - Palermo Caravane TouaregCaravane Touareg Arnaud Zajtman, Marlène Rabaud Belgio, 2016, 57’, v.o. con sottotitoli in inglese e italiano Trailer Nel 2012, centinaia di migliaia di civili tuareg fuggono dal Mali settentrionale, che sprofonda in una guerra. Attraverso l’epopea di Disco, un cantante Tuareg impegnato per la pace, che abbiamo seguito per un periodo di dieci anni, scopriamo le sfide che devono affrontare i Tuareg e le cause della guerra in Mali. 29 marzo, h. 18.00, MIM Piazzetta Antonio Pasqualino, 5 - Palermo gibellinaEarthquake 68 – Gente di Gibellina Emanuele Svezia Italia, 2008, 98’, v.o. con sottotitoli in inglese Nel 1968 un terremoto rade al suolo Gibellina, piccolo centro rurale della Sicilia.Dopo 12 anni di baraccopoli la popolazione può insediarsi nel suo nuovo centro: un paese-dormitorio a 20 km dalla vecchia Gibellina, costruito secondo i canoni di un’urbanistica utopica aliena dal contesto sociale locale. Earthquake 68 è la storia di una comunità e della sua doppia anima, della ricostruzione utopica e della speculazione edilizia, di un’identità collettiva messa a dura prova dalla Natura e dallo Stato. Una vicenda profondamente articolata e controversa, tanto straordinaria quanto universalmente paradigmatica, per ricordare a riflettere a cinquant’anni dal terremoto. 5 aprile, h. 18.00, MIM Piazzetta Antonio Pasqualino, 5 - Palermo Housam-Abdoulghani
Housam-Abdoulghani
my-love-in-palmyra-1My love in Palmira Housam Aboulghani Siria-Russia, 2007, 19’, v.o. con sottotitoli in italiano Ogni giorno il piccolo Khaldoun si reca presso le rovine di Palmira per vendere cartoline ai turisti e raccontare loro la sua versione personale della storia della città.   baaba_acousticBaaba maal, a voice for Africa Robin Denselow Senegal, 2007, 40’, v.o. Trailer Baaba Maal è considerato la voce dell’Africa per la sua capacità di fondere la musica tradizionale africana con quella pop e reggae. Questo documentario esplora la vita e la musica di questo artista innovativo e carismatico. “A voice for Africa” segue Baaba Maal in un viaggio che comincia da Podor, suo villaggio nativo, per arrivare al concerto selvaggio e notturno fatto in Mauritania, ripercorrendo lo spettacolare paesaggio del Senegal, la sua arte e la sua cultura attraverso performances e interviste. 17 aprile, h. 21.00, Cinema De Seta In collaborazione con l’Institut français Cantieri culturali alla Zisa, via Paolo Gili, 4 - Palermo Sarà presente in sala la regista Fanny Douarche sans imageSans image Fanny Douarche, Franck Rosier Francia, 2013, 76’, v.o. con sottotitoli in italiano e inglese Trailer Mentre leggi repressive contro gli immigrati clandestini si moltiplicano, tre giovani malesi, Matelin Abdoulaye and Gaye, lottano sia sulla strada che sul palcoscenico di un teatro sperimentando un modo di resistere.   3 maggio, h. 18.00, MIM Piazzetta Antonio Pasqualino, 5 - Palermo river of artRiver of Art Charlene Shih Francia, 2015, 59', v.o. con sottotitoli in italiano e in inglese Trailer Liu Yu è nato nel nord est della Cina nel 1919. Oggi vive a Taiwan con la figlia ed entrambi sono appassionati di disegno e pittura. Dopo la morte di sua moglie Liu decide di intraprendere con la figlia un viaggio nello spazio e nel tempo, attraverso i luoghi che hanno segnato la sua vita di giovane artista. In questo documetario i disegni e i dipinti di Liu prendono vita e ci accompagnano nel viaggio dell’artista verso la sua città natale, ma anche in un viaggio trai suoi ricordi e il suo passato tormentato. 17 maggio, h. 18.00, MIM Omaggio a Jan Fabre Piazzetta Antonio Pasqualino, 5 - Palermo Sarà presente in sala il regista Giulio Boato Jan FabreJan Fabre. Beyond the artist Giulio Boato Francia – Belgio, 2014, 52’, v.o. con sottotitoli in italiano Trailer Jan Fabre, classe 1958, vive e lavora ad Anversa. Molte opere sono state pubblicate sul suo lavoro di artista visivo, regista, coreografo, scenografo, performer, ma non era ancora stato prodotto un documentario sulla sua figura di artista polivalente. Il film è costruito attorno alle interviste a Jan Fabre, Georges Banu (critico teatrale), Vincent Baudriller (ex co-direttore del Festival d’Avignon), Jan Dekeyser (architetto del laboratorio/teatro di Fabre) e Rudolf Rach (editore di Fabre in Francia). Le immagini di 12 spettacoli, 5 esposizioni e decine di disegni, modelli e sculture si incastonano tra le parole dei diversi intervistati, tracciando le linee di un ritratto composito di uno degli artisti più discussi degli ultimi decenni. 1 giugno, h. 18.00, MIM Piazzetta Antonio Pasqualino, 5 - Palermo among spiritualAmong Spiritual Guards, Giulio Boato, Gildas le Roux 27', 2016, v.o. con sottotitoli in italiano Trailer Il film traccia un percorso attraverso la mostra Spiritual Guards di Jan Fabre, uno dei più prolifici e provocatori artisti contemporanei degli ultimi 30 anni. La mostra è stata presentata a Firenze nel 2016: le sculture di Fabre sono state esposte nella piazza centrale, in un forte e in un palazzo storico. Accompagnata dalle parole dell’artista e dei curatori, la telecamera si muove tra opere d’arte integrate nell’atmosfera rinascimentale della città di Dante. Alcune citazione del diario giovanile di Fabre costellano il film, aprendo un dialogo tra passato e presente, tra arte e utopia. glass and bonesGlass and Bones Giulio Boato, La Compagnie des Indes 27', 2017, v.o. con sottotitoli in italiano Trailer Un viaggio onirico nella mostra 'Glass and bone sculptures 1977-2017' di Jan Fabre alla 57° Biennale d’Arte di Venezia. Una “spettatrice angelo” entra in un’abbazia deserta nel cuore della città di Venezia, dove scopre sculture e installazioni fatte unicamente di due materiali: vetro e ossa. Attraverso il suo sguardo, gli spettatori camminano tra morte e metamorfosi, scoprendo il pensiero di uno degli artisti più influenti degli ultimi decenni, per il quale arte, scienza e religione sono intimamente legati.
Leggi di più...