23-25.10.2019 Giornate degli Autori: da Venezia a Palermo

La Sede Sicilia del Centro Sperimentale di Cinematografia incontra le Giornate degli Autori della Mostra del Cinema di Venezia, insieme alla Sicilia Film Commission. Le Giornate degli Autori, promosse dalle associazioni dei registi e degli autori cinematografici italiani Anac e 100autori, nascono nel 2004 come rassegna autonoma all'interno della Mostra del Cinema di Venezia; il  loro obiettivo è quello di creare attenzione per il cinema di qualità, senza restrizioni di sorta, con un occhio di riguardo per l'innovazione, la ricerca, l'originalità espressiva, l'indipendenza autonoma e produttiva. Questa nuova collaborazione fra le Giornate degli Autori, la Sede Sicilia del Centro Sperimentale di Cinematografia e la Sicilia Film Commission, inaugurata a Venezia lo scorso 3 settembre con “Sicilia Doc Night” rende adesso possibile per la prima volta presentare a Palermo, direttamente dalla Mostra del Cinema di Venezia, una selezione di film caratterizzati dal particolare taglio espressivo delle Giornate degli Autori, che efficacemente dialogano con i percorsi didattici del corso di cinema documentario di Palermo e si propongono all’attenzione del grande pubblico. Un'iniziativa che vede il supporto  e la collaborazione di molte realtà impegnate nella promozione del cinema a Palermo: Sole Luna Doc Film Festival, Sicilia Queer Filmfest, Siciliambiente Film Festival, Efebo d'Oro. Tutte le proiezioni si terranno al Cinema De Seta, Cantieri culturali alla Zisa, via Paolo Gili 4, Palermo. INGRESSO GRATUITO PROGRAMMA mercoledì 23 ottobre ore 20,30 Presentazione del programma: Manlio Messina, Assessore al Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana; Alessandro Rais, Direttore della Sicilia Film Commission; Costanza Quatriglio, Regista, Direttore Artistico e Coordinatore didattico della Sede Sicilia del CSC; Ivan Scinardo, Direttore della Sede Sicilia del CSC. a seguire Sufficiente di Maddalena Stornaiuolo, Antonio Ruocco (Italia, 2019, 10’) La Llorona di Jayro Bustamante  (Guatemala, Francia, 2019, 97’) giovedì 24 ottobre ore 19.00 Emilio Vedova. Dalla parte del naufragio
di Tomaso Pessina (Italia, 2019, 68’) Sarà presente il regista ore 21.00 Barn / Beware of children di Dag Johan Haugerud (Norvegia, Svezia 2019, 157’) venerdì 25 ottobre ore 18.30 Corpus Christi di Jan Komasa (Polonia, Francia, 2019, 116') Introducono il film Giorgio Gosetti, Delegato Generale delle Giornate degli Autori, e Silvia Jop, Direttore Artistico di Isola Edipo, insieme a Costanza Quatriglio ed Alessandro Rais ore 21.30 Un monde plus grand di Fabienne Berthaud (Francia 2019, 100’) Sarà presente la regista Scopri le SCHEDE FILM
Leggi di più...

Vincitori e premi – Sole Luna Sguardi Doc Treviso 2019

Durante il Sole Luna Sguardi Doc, che si è tenuto a Treviso dal 3 al 6 ottobre 2019, le giurie speciali hanno conferito i seguenti premi: PREMIO DELLA GIURIA FILM FOR OUR FUTURE SAIGON SUR MARNE di Aude Ha Leplège (Francia 2019, 14') Motivazione: Aude Ha Leplège è capace allo stesso tempo di concentrasi su temi SDG e usarli in manner creativa ed originale. La regista narra una storia di vita vera senza retorica e clichés, inoltre senza la ruvidezza di molti documentari la cui intenzione è spesso quella di "sensibilizzare lo spettatore" (difficilmente raggiungendo l'obiettivo). Invece di utilizzare uno sguardo crudo sul lato crudele della vita, Leplége è sorprendentemente capace di vedere le cose puramente come un bambino la cui immaginazione è costantemente alimentata da racconti magici da genitori amorevoli, nonni, nonni e così via. Fatto semplice: l'amore può fare la differenza. PREMIO DELLA GIURIA STUDENTI - “THE JOURNEY” BELOVED di Yaser Talebi (Iran 2018) Motivazione: Il regista ritrae con discrezione, rispetto e intensità la vita quotidiana di un’anziana pastora delle montagne iraniane. La vediamo pienamente inserita nel paesaggio maestoso e nei cicli della natura, a contatto con le bestie che sono la sua unica compagnia, in una solitudine che è gratitudine e accettazione della propria condizione esistenziale. Ci hanno colpito il coraggio e l’umiltà con cui affronta la durezza di una realtà molto lontana dalla nostra (la sua “sweet misery”), fiera della propria indipendenza e capace di sorprenderci fino al finale, folgorante, del racconto. Ammirevoli la regia, la fotografia e il ritmo disteso della narrazione, in perfetta sintonia con la realtà raccontata. MENZIONE SPECIALE GIURIA STUDENTI - SEZIONE “THE JOURNEY” CHILDREN OF THE SNOW LAND di Zara Balfour & Marcus Stephenson (UK 2018) Children of the Snow Land - Trailer from Snow Land on Vimeo. Motivazione: Il diario di viaggio di quattro ragazzi che tornano nei loro paesi himalayani dopo aver passato dieci e più anni in una scuola per bambini delle montagne, a migliaia di chilometri (e decine di giorni di faticosa marcia) da casa, ci consente di conoscere una realtà difficile che questi ragazzi affrontano con coraggio e determinazione. Attraversando paesaggi di straordinaria bellezza, essi intraprendono un viaggio di formazione che li porta a ritrovare gli affetti familiari e a riscoprire le proprie radici in un mondo arcaico, da cui si accorgono di avere moltissimo da imparare e che raccontano con uno sguardo partecipe e al tempo stesso critico. Tornano rinsaldati negli affetti, nella fiducia nell'istruzione, più maturi, pronti a guidare i più piccoli nella loro stessa scuola. Il film ha colpito in particolare la componente studentesca della giuria, che ha deciso così di assegnargli la menzione speciale. PREMIO DELLA GIURIA STUDENTI - SEZIONE “HUMAN RIGHTS” CONGO LUCHA di Marlène Rabaud (Belgio 2018) Motivazione: In un Congo martoriato dalla guerra e dalla dittatura, un gruppo di ragazzi combatte, in maniera non violenta, per la libertà propria e del proprio paese. La regista segue per due anni le vicende di questo movimento, registrandone le conquiste e le battute d’arresto, che non compromettono la determinazione e l’entusiasmo che i ragazzi manifestano nella lotta per i diritti civili e la democrazia, a cui credono profondamente. Colpisce la loro gioia che si esprime nel canto e nella condivisione degli ideali e delle azioni, in contrasto con la generazione disillusa dei padri. La regista ritrae questa realtà dall’interno, in modo dinamico ed efficace, senza perdere di vista il quadro d’insieme, fino all’inatteso e drammatico epilogo. Di particolare impatto sugli spettatori più giovani la tensione ideale che anima i protagonisti. PREMIO RUBINO RUBINI - ASSEGNATO DA SOLE LUNA UN PONTE TRA LE CULTURE My home, in Lybia di Martina Melilli (Italia 2018,66) Motivazione: My home, in Lybia permette una riflessione sul fenomeno della migrazione e del ritorno e lo fa sapientemente e in maniera intimista. La malinconia e la nostalgia si accompagnano ad una fresca narrazione fatta di dialoghi sul web. Il punto di vista originale di Martina Melilli restituisce verità e documenta storia e sentimenti. Un film che Rubino avrebbe mostrato ai suoi allievi come ottimo esempio di cinema del reale.   PREMIO DEL PUBBLICO SGUARDI DOC TREVISO CHILDREN OF THE SNOW LAND di Zara Balfour & Marcus Stephenson (UK 2018) Children of the Snow Land - Trailer from Snow Land on Vimeo.
Leggi di più...

TUTTI I FILM SOLE LUNA SGUARDI DOC in programma a Treviso

Scopri tutti i film e guarda i trailer

di Sole Luna Sguardi Doc !

SOLE LUNA SGURADI DOC 3-6 0ttobre 2019 Treviso TRA Ca’ dei Ricchi Via Barberia 25, Treviso Chiesa di San Gregiorio Magno Vicolo S. Gregorio 7, Treviso Spazi Bomben Fondazione Benetton Studi Ricerche Via Cornarotta 7, Treviso Ingresso gratuito / free entrance
Leggi di più...