Ambiente Doc | Sole Luna per l’ambiente insieme a Enel Green Power

Il festival da sempre propone nelle sue rassegne documentari che segnalano situazioni di allerta e invitano al rispetto del nostro pianeta, e anche questa edizione affronta l’urgenza della questione ambientale. Alcuni film in concorso come The Last Generation di Mikołaj Borowy e Arica di Lars Edman e William Johansson Kalén ci invitano a riflettere su questo tema così come la retrospettiva dei cortometraggi di Vittorio De Seta sul delicato e complesso rapporto tra esseri umani e ambiente. Abbiamo inoltre riproposto, per il secondo anno consecutivo, la sezione fuori concorso Ambiente Doc interamente dedicata ai temi della sostenibilità e del cambiamento climatico.
Grazie alla sensibilità del nostro main sponsor, Enel Green Power, il festival si apre con la presentazione del progetto Sulle tracce dei ghiacciai del fotografo Fabiano Ventura. Si tratta di uno studio che analizza gli effetti dei cambiamenti climatici grazie all’osservazione delle variazioni delle masse glaciali negli ultimi 150 anni attraverso un processo di fotografia comparativa. Il progetto a livello globale, con 6 spedizioni nell’arco di 10 anni destinate ai ghiacciai montani più importanti della Terra (Karakorum 2009, Caucaso 2011, Alaska 2013, Ande 2016, Himalaya 2018, Alpi 2020) sarà presentato da Ventura e accompagnato da una video-installazione e dalla proiezione del documentario Sulle tracce dei ghiacciai.
Missione in Caucaso. Un focus particolare è dedicato al mare, con documentari che, con sensibilità diverse, presentano la gravità del suo stato di salute: con l’opera Nobilis Golden Moon, dell’artista Mariagrazia Pontorno, conosceremo la “sentinella del Mediterraneo”, la Pinna nobilis, una cozza alta più di un metro, e in via di estinzione, narrata tra scienza e pensiero magico. Con Above the Water incontreremo Wayan, un pescatore balinese novantenne e il suo impegno quotidiano per tornare a pescare, mentre in Habiter le seuil seguiremo la coreografa Marine Chesnais che mette in scena le sue performance ultraterrene sott’acqua. Chiude la selezione un reportage dei subacquei Marco e Andrea Spinelli sulla Missione Euridice che ha recuperato alcune reti abbandonate al largo di Cefalù. In collaborazione con l’associazione ecologista Mare Vivo presentiamo un incontro di sensibilizzazione sulle microplastiche con Antonio Ragusa, autore del libro Nati con la camicia… di plastica (Aboca edizioni, 2021) che racconta come le microplastiche siano presenti già nella placenta del grembo materno. In questa occasione sarà esposta l’opera Madre Plastica di Fabrizia Capostagno, vincitrice della prima edizione del concorso Marine Litter Art.

Condividi questo post