Sole Luna Festival aderisce all’iniziativa www.tuttiuniti.org

Guardare a chi ci sta accanto e coltivare il senso di comunità per superare questo difficile momento. Per Sole Luna doc film festival i legami sono importanti da sempre ed è per questo che abbiamo aderito alla racconta fondi di Fondazione Sicilia in aiuto agli ospedali e che sposiamo un’altra iniziativa appena partita. Si tratta di un sito, una piattaforma, che vede come artefici Maria Gotti, la figlia della presidente e fondatrice di Sole Luna Festival, Lucia Gotti Venturato, e alcuni suoi amici italiani che vivono e lavorano in varie parti del mondo. La piattaforma www.tuttiuniti.org rappresenta una vetrina online per associazioni, volontari e attività imprenditoriali. Una grande piazza virtuale in cui fare donazione oppure acquistare buoni da utilizzare quando l’emergenza sarà finita. Lo scopo? Dare liquidità a piccole imprese, associazioni e poter aiutare chi ha bisogno attraverso il lavoro di volontari in uno tra i momenti più complicati della nostra storia dal dopoguerra ad oggi. I fondi arrivano direttamente ai soggetti che si iscrivono e pubblicano il loro annuncio. “Per noi – dicono i fondatori uniti dall’amore per il proprio Paese e dalla voglia di contribuire alla sua ripresa – è un modo di sentirci utili e mettere a disposizione della collettività le nostre competenze”. Una piattaforma di servizio per restare uniti e guardare con fiducia al futuro. Tutti uniti ce la possiamo fare.  
Leggi di più...

Sole Luna sostiene la campagna SOS CORONAVIRUS SICILIA

Sole Luna - Un ponte tra le culture desidera diffondere la lettera del Presidente della Fondazione Sicilia, Raffaele Bonsignore, che invita tutti al sostegno della campagna SOS CORONAVIRUS SICILIA. Carissime Amiche e Amici di Fondazione Sicilia, vi scrivo perché, in questo momento così difficile per il nostro Paese, la Fondazione Sicilia ha deciso di scendere in campo per aiutare il nostro sistema sanitario a fronteggiare l'emergenza Coronavirus. In Sicilia ci sono 120 posti letto di terapia intensiva destinati a pazienti affetti da Covid - 19, di cui alcuni già impegnati. La Regione necessita quindi di almeno altri 500 posti. I ventilatori polmonari non sono sufficienti. I nostri medici e infermieri lavorano in carenza di dispositivi di protezione individuale. Non possiamo più aspettare. È per questa ragione che la Fondazione Sicilia ha deciso di avviare una campagna di raccolta fondi che abbiamo chiamato "SOS CORONAVIRUS SICILIA", destinando 100.000 euro all'emergenza sanitaria. Ma non basta. Abbiamo bisogno anche del vostro aiuto. Potete sostenere la nostra campagna facendo una donazione attraverso la piattaforma www.gofundme.comSOS CORONAVIRUS SICILIA” o sul c/c bancario IT 84 V030 6904 6301 00000010618 I fondi raccolti verranno devoluti al Dipartimento regionale della Protezione Civile, e saranno destinati per: - l’acquisto di beni strumentali per i pronto soccorso e gli ospedali siciliani; - l’acquisto di dispositivi di protezione individuale per medici e paramedici; - interventi strutturali per creare nuovi reparti di terapia intensiva. Mi rivolgo quindi a Voi, Amici, con cui, in questi anni, abbiamo condiviso progetti, mostre, festival, premi letterari, eventi, studi e ricerche, tutti finalizzati a valorizzare la cultura siciliana. Sono convinto, infatti, che il mondo della cultura debba partecipare alla gara di solidarietà che questa emergenza impone. Ed è per questo che faccio appello proprio a Voi, non soltanto per sostenere economicamente la campagna, ma anche per estenderla a tutti i vostri contatti. Una vera e propria mobilitazione, dunque, che ci aiuti a concretizzare in tempi brevi questa iniziativa. Un caloroso ringraziamento per tutto ciò che farete con noi. Avv. Raffaele Bonsignore
Leggi di più...

AL VIA IL 29 AGOSTO LA SECONDA EDIZIONE DI CINEMA IN CANTINA

COMUNICATO STAMPA

AL VIA IL 29 AGOSTO LA SECONDA EDIZIONE DI CINEMA IN CANTINA ORGANIZZATA DA SOLE LUNA DOC FILM FESTIVAL E DAL CONSORZIO TUTELA PROSECCO DOC. CINQUE FILM DOCUMENTARI IN ALTRETTANTE CANTINE TRA LE PROVINCE DI TREVISO E PORDENONE SUL TEMA "ITALIAN GENIO"

Cinema in cantina, Italian Genio, le foto dei film documentari e delle cantine

TREVISO, 21 AGOSTO 2019. Cosa accomuna un buon documentario ad un buon vino? E cosa esprime l'Italia nel mondo nel campo dell'arte, della cucina, dell'architettura, del teatro? Parte da queste domande e dalla consapevolezza dell'unicità del genio italiano, la seconda edizione di Cinema in Cantina, la rassegna organizzata da Sole Luna Doc Film Festival in collaborazione con il Consorzio di Tutela Prosecco Doc che dell'"Italian Genio" ha fatto la sua seconda pelle.

Cinque serate speciali a partire dal 29 agosto e fino al 12 settembre per far conoscere meglio e accendere i riflettori su altrettanti personaggi che hanno portato la creatività italiana nel mondo, in un contesto insolito e affascinante: cinque tra le cantine che aderiscono al Consorzio di Tutela Prosecco Doc in provincia di Treviso e di Pordenone, tra Veneto e Friuli Venezia Giulia e che, per l'occasione, apriranno le proprie porte al pubblico.

A fare da cornice alla rassegna, saranno aziende e angoli di territorio unici per storia e vocazione: La Tenuta Santomé, una casa colonica su 75 ettari di vigneto nel cosiddetto "Giardino di Venezia" nel trevigiano; I Magredi della famiglia Tombacco, nella pianura friulana occidentale, a Pordenone, cuore della Doc Friuli Grave; La Cantina Pizzolato a Villorba (Tv), cinque generazioni impegnate fin dagli anni '80 nella produzione biologica; Biancavigna della famiglia Moschetta, nel territorio Unesco del Trevigiano; e Il Castello di Roncade, nella campagna veneta e attorno al castello cinquecentesco che la famiglia Ciani Bassetti ha rilevato e ristrutturato ai primi del Novecento, trasformando i terreni attorno in vigneti.

"Ogni proiezione – spiegano gli organizzatori - sarà accompagnata da degustazioni delle eccellenze enologiche delle aziende del Consorzio di Tutela del Prosecco Doc per aggiungere genio al genio". Il programma della serata avrà inizio alle 19 con la visita alla cantina e la degustazione per concludersi con la proiezione del documentario.  Si parte il 29 agosto da Biancade (Tv) e dalla Tenuta Santomè con il film Gualtiero Marchesi - The great Italian (Italia 2018, 80') di Maurizio Cigola, ritratto del grande chef che ha portato la cucina italiana ai vertici internazionali. Il giorno dopo, 30 agosto, la rassegna sarà invece a Domanins (Pn) alla cantina I Magredi con il film Renzo PianoL'architetto della luce di Carlos Saura (Spagna 2018, 80'), lunga intervista all'architetto celebrato in tutto il mondo e chiamato adesso a ricostruire anche il ponte Morandi di Genova.

Si prosegue il 5 settembre a Villorba (Tv) alla Cantina Pizzolato con Il paese dove gli alberi volano (Italia 2015, 77') di Davide Barletti e Jacopo Quadri, dedicato a Eugenio Barba, rivoluzionario innovatore della scena teatrale internazionale. L'8 settembre la rassegna approderà, invece, a Conegliano (Tv) alla cantina Biancavigna con il documentario Tobia Scarpa. L'anima segreta delle cose (Italia 2015, 31') di Elia Romanelli: ritratto suggestivo di un designer 'poeta' innamorato della vita. La proiezione conclusiva sarà invece il 12 settembre a Roncade (Tv), alla cantina Il Castello di Roncade e sarà dedicata a Renato Mambor, artista della Scuola Romana di Piazza del Popolo, oltre che attore, autore e regista teatrale, anticipatore di grandi artisti internazionali. A tracciarne un racconto, intimo e inedito, la regista Gianna Mazzini con il documentario Renato Mambor (Italia 2017, 47'). L'ingresso alle serate è gratuito ma solo su prenotazione. Tutte le info su solelunadoc.org.

CINEMA IN CANTINA

Italian Genio

29 agosto – 12 settembre

un progetto di Sole Luna Doc film festival

sponsor Consorzio Tutela Prosecco Doc

Programma serate:

19.00 — 21.00

visita alla cantina con degustazione

e a seguire proiezioni

ingresso gratuito

con prenotazione obbligatoria

tutte le info su solelunadoc.org

Calendario:

29 agosto

Tenuta Santomè

via Carboncine 71 — Biancade (Treviso)

tel. 0422 848189

30 agosto

I Magredi

via del Sole, 15 — Domanins (Pordenone)

tel. 0427 94720

5 settembre

La Cantina Pizzolato

via IV Novembre, 12 — Villorba (Treviso)

tel. 0427 928166

8 settembre

BiancaVigna

via Monte Nero, 8 — Conegliano (Treviso)

tel. 0438 788403

12 settembre

Castello di Roncade

via Roma 141 — Roncade (Treviso)

tel. 391 3737605

Ufficio stampa Sole Luna Doc Film Festival

Gioia Sgarlata |Phone: +39 3314039019 | E-mail: [email protected]

Ufficio stampa Consorzio di Tutela Prosecco Doc

Albina Podda | Phone: +39 348 4510176 |E -mail: [email protected]

Leggi di più...

03.04.2020 – Ali di tela in streaming gratuito per un mese

ALI DI TELA – VOLANDO CON ANGELO D'ARRIGO Il documentario sul deltaplanista Angelo D'Arrigo dal 3 aprile al 3 maggio 2020 in libera visione Dal 3 aprile 2020, in occasione della ricorrenza del compleanno di Angelo D'Arrigo, e per tutto il mese successivo diventa libera la visione del documentario ALI DI TELA, di Chiara Andrich e Giovanni Pellegrini prodotto da Pinup Filmaking nel 2015. Il film narra la vita di Angelo D'Arrigo, l'uomo che per primo ha sorvolato l'Everest in volo libero e che con il suo deltaplano insegnava a volare ad aquile e condor nati in cattività. Angelo è morto volando da passeggero su un aereo da turismo durante una manifestazione di volo nel 2006, ma ancora oggi rimane un punto di riferimento per piloti di tutto il mondo. Il suo insegnamento a "superare quotidianamente i nostri limiti per prendere completamente possesso della propria esistenza" si rivolge a tutta l'umanità, in particolare in questi giorni di grande difficoltà per tutto il mondo. Seguendo la moglie Laura, i figli Gioela e Gabriele e i tanti amici che lo hanno conosciuto in volo, il documentario tratteggia un ritratto di Angelo D'Arrigo di tutti i giorni, in Sicilia, la terra in cui oggi ancora si sente viva la sua eredità spirituale. A contribuire alla realizzazione del documentario si è rivelato fondamentale il contributo del gruppo dei piloti dell'Etnafly, tra cui Marco Busetta poi divenuto campione d'Italia di parapendio nel 2019. "Ali di tela" non è solo una biografia, ma è un viaggio nel mondo del volo libero, una disciplina fatta di silenzi e di correnti d'aria", e fondamentale in questo viaggio è l'apporto musicale di "Les Trois Psychologues" e di "Mia Schettino", due musicisti estremamente versatili che sono riusciti a trasmettere tanto l'emozione del volo quanto la tenerezza dell'amore per un amico, un marito e un padre. Arricchiscono il racconto visivo le animazioni di Michele Bernardi, vero e proprio luminare del cinema di animazione italiano, che ci trasmettono un'immagine poetica, quasi onirica, di quest'uomo che con il suo deltaplano realizzava uno dei sogni atavici dell'umanità, librarsi in volo come un uccello. A questo link sarà visibile il film: vimeo.com/401661749   Trailer:
Leggi di più...

Bring the doc home, fino al 3 aprile 2020

Storie dal mondo per continuare a stare in relazione superando la condizione di isolamento imposta dall'emergenza coronavirus. Fino al 3 aprile, termine del decreto "Resto a casa", Sole Luna Doc Film Festival porterà il "cinema del reale" nelle case di tutti con l'iniziativa Bring the doc home: una selezione di documentari gratuiti in streaming accessibili dal sito www.solelunadoc.org. Dieci titoli (7 lungometraggi e 3 corti) a cui si aggiungeranno quelli di altri autori che hanno preso parte al Festival nel corso degli anni e che stanno aderendo con entusiasmo di ora in ora.

Tra i registi internazionali che hanno già aderito all'iniziativa: Natxo Leuza Fernandez, Aliki Saragas, Ruben Monterosso, Federico Savonitto, Marco Zuin, Claire Laborey, Nicola Contini, Riccardo Biadene, Carolina Astudillo.

I documentari raccontano storie, individuali e collettive, di lotta e di speranza, svelando personaggi affascinanti come il francese Alain Daniélou, indologo e musicologo vissuto in India tra gli anni Trenta e Sessanta del Novecento, ed aprendo finestre sul mondo, su luoghi vicini e lontani: dal Sud America al Monte Pellegrino di Palermo e la sua gente; dall'Africa con i film premiati alle ultime due edizioni del Sole Luna Doc Film Festival – "Born in Gambia" e "Strike a Rock" - ai distretti produttivi della Cina dove anche molti italiani hanno costruito una nuova vita; dall'Indonesia dei minatori di zolfo alle storie inaspettate di piccole isole come Manus in Australia, o Naoshima, in Giappone.

Questo l'elenco dei film già disponibili:

ALAIN DANIELOU. LA VIA DEL LABIRINTO, Riccardo Biadene (Svizzera –Italia, 2017, 78')

BRING THE SUN HOME, Chiara Andrich, Giovanni Pellegrini (Italia, 2013, 54')

EL GRAN VUELO, Carolina Astudillo (Spagna, 2014, 59')

IL SEGRETO DELLE CALZE, Nicola Contini (Italia, 2016, 52')

NAOSHIMA (DREAM ON THE TONGUE)Claire Laborey (Francia, 2014, 67')

PELLEGRINO, Ruben Monterosso, Federico Savonitto (Italia, 2017, 60')

STRIKE A ROCK, Aliki Saragas (Sud Africa, 2017, 84')

BORN IN GAMBIA, Natxo Leuza Fernandez (Spagna, 2018, 27')

LA SEDIA DI CARTONE, Marco Zuin (Italia, 2015, 16')

TERRAFORM, Sil Van Der Woerd, Jorik Dozy (Regno Unito, Indonesia, Olanda e Singapore, 2017, 5′)

NOWHERE LINE: VOICES FROM MANUS ISLAND, Lukas Schrank (Australia e Inghilterra, 2015, 15')

L'iniziativa segue quella di altre rassegne e piattaforme di cinema e trae ispirazione per il titolo da uno dei film proposti e prodotto da Sole Luna nel 2012: Bring the sun home di Giovanni Pellegrini e Chiara Andrich, quest'ultima direttrice artistica del festival con Andrea Mura dal 2014. Una storia di cooperazione, emancipazione e sviluppo che vede protagoniste 40 donne analfabete del Sud America che grazie alla ONG Barefoot College vanno in India per imparare a costruire piccoli impianti solari che porteranno la luce nelle case dei loro villaggi.

"Con Bring the doc home - dice la presidente di Sole Luna FestivalLucia Gotti Venturato - ci proponiamo di fare la stessa cosa: accendere una piccola luce in questo momento difficile mettendo a disposizione una parte dell'Archivio del Festival". "Un contributo – aggiungono i direttori artistici Chiara Andrich Andrea Mura – possibile grazie alla generosità entusiasta di tanti autori, produttori e distributori che stanno accogliendo l'invito del Sole Luna Doc Film Festival". Una forma di resistenza che trasforma la più che opportuna necessità dell'isolamento in un viaggio senza confini insieme a Sole Luna.

 
Leggi di più...

27.02.2020 – My home in Libya alla Fondazione Zanetti Onlus a Treviso

My home, in Libya Alla ricerca delle proprie radici, oltre i confini fisici e culturali organizzato dalla Fondazione Zanetti Onlus, con la partecipazione di Martina Melilli, regista, e di Chiara Andrich, direttrice artistica del Sole Luna Doc Film Festival Giovedì 27 febbraio 2020 ore 10.30, Cinema Edera, Piazza Martiri di Belfiore 2, Treviso Filmando la casa dei suoi nonni vicino a Padova, Martina identifica una mappa di luoghi appartenuti al loro passato. Antonio è nato a Tripoli, in Libia, quando questa era una colonia italiana, e lì ha sposato Narcisa. Sono stati costretti a lasciare il paese all’improvviso nel 1970, dopo il colpo di stato di Gheddafi. Con l’aiuto di un giovane libico contattato tramite i social media, Martina raccoglie immagini di quella che è diventata oggi l’allora casa dei suoi nonni. I nomi di alcune strade sono totalmente cambiati, altri no. Tramite lo scambio di immagini e chat, la relazione tra i due diventa più profonda. Il web permette loro di superare pian piano i confini fisici e culturali che separano le loro vite, portandoci all’interno di un mondo, la Libia di oggi, nel quale i media non hanno accesso. Intensa opera prima di Martina MelilliMy home, in Libya (Italia, 2018, 66) presentato in anteprima mondiale al 71° Festival di Locarno, sezione Fuori Concorso,  e alla 14. edizione del Sole Luna Doc Film Festival nella sezione Sguardi Doc, sarà proposto giovedì 27 febbraio 2020 alle ore 10.30, al Cinema Edera di Treviso, nell’ambito del ciclo di incontri di sensibilizzazione Passi verso l’Altrove promosso dalla Fondazione Zanetti Onlus, con la partecipazione dell’autrice e di Chiara Andrich, direttrice artistica del Sole Luna Doc Film Festival. L’incontro, ad ingresso gratuito, è rivolto alle Scuole Secondarie di Secondo Grado, per le altre persone interessate è consigliata la prenotazione, disponibilità fino a esaurimento posti. Per informazioni: T 0422.312680 – [email protected]
Leggi di più...

Call for entry Sole Luna Doc Film Festival 2020

Le iscrizioni al festival sono gratuite e si chiuderanno il 15 marzo 2020. COME ISCRIVERSI Visitando il nostro sito potrai trovare il regolamento, il modulo d’iscrizione e tutte le informazione utili per partecipare al nostro festival. Leggi attentamente il regolamento e iscrivi il tuo film! Clicca qui per maggiori informazioni e per compilare la scheda d’iscrizione.
Leggi di più...

28.11.2019 – Sole Luna alla Biennale Arcipelago Mediterraneo a Palermo

 
BAM è un festival internazionale di teatro, musica e arti visive dedicato ai popoli e alle culture dei Paesi che si affacciano sul mare, incentrato sulle tematiche dell’accoglienza e del dialogo.
L’edizione 2019 di BAM – Biennale Arcipelago Mediterraneo, dal titolo ÜberMauer, si svolge nell’anno in cui ricorrono tre anniversari di forte significato politico e simbolico: i trentennali della caduta del Muro di Berlino e della rivolta di Piazza Tienanmen e il cinquantenario dei moti di Stonewall. Da questi spunti storici prende avvio il progetto che vede un ricco palinsesto di eventi, disseminati nei luoghi storici della città, dal centro alla periferia, con la partecipazione di artisti di fama internazionale.
Anche Sole Luna Festival partecipa alla biennale con la proiezione di Più de la vita di Raffaella Rivi, film che racconta in una dimensione intima e concreta quattro decenni del percorso artistico di Michele Sambin, pioniere della video arte, ideatore di performances, spettacoli teatrali, opere pittoriche e partiture sonore.
La proiezione si terrà giorno 28 novembre alle 18.30 a Palazzo Branciforte, presso la Sala dei 99.
 
Leggi di più...

23-25.10.2019 Giornate degli Autori: da Venezia a Palermo

La Sede Sicilia del Centro Sperimentale di Cinematografia incontra le Giornate degli Autori della Mostra del Cinema di Venezia, insieme alla Sicilia Film Commission. Le Giornate degli Autori, promosse dalle associazioni dei registi e degli autori cinematografici italiani Anac e 100autori, nascono nel 2004 come rassegna autonoma all'interno della Mostra del Cinema di Venezia; il  loro obiettivo è quello di creare attenzione per il cinema di qualità, senza restrizioni di sorta, con un occhio di riguardo per l'innovazione, la ricerca, l'originalità espressiva, l'indipendenza autonoma e produttiva. Questa nuova collaborazione fra le Giornate degli Autori, la Sede Sicilia del Centro Sperimentale di Cinematografia e la Sicilia Film Commission, inaugurata a Venezia lo scorso 3 settembre con “Sicilia Doc Night” rende adesso possibile per la prima volta presentare a Palermo, direttamente dalla Mostra del Cinema di Venezia, una selezione di film caratterizzati dal particolare taglio espressivo delle Giornate degli Autori, che efficacemente dialogano con i percorsi didattici del corso di cinema documentario di Palermo e si propongono all’attenzione del grande pubblico. Un'iniziativa che vede il supporto  e la collaborazione di molte realtà impegnate nella promozione del cinema a Palermo: Sole Luna Doc Film Festival, Sicilia Queer Filmfest, Siciliambiente Film Festival, Efebo d'Oro. Tutte le proiezioni si terranno al Cinema De Seta, Cantieri culturali alla Zisa, via Paolo Gili 4, Palermo. INGRESSO GRATUITO PROGRAMMA mercoledì 23 ottobre ore 20,30 Presentazione del programma: Manlio Messina, Assessore al Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana; Alessandro Rais, Direttore della Sicilia Film Commission; Costanza Quatriglio, Regista, Direttore Artistico e Coordinatore didattico della Sede Sicilia del CSC; Ivan Scinardo, Direttore della Sede Sicilia del CSC. a seguire Sufficiente di Maddalena Stornaiuolo, Antonio Ruocco (Italia, 2019, 10’) La Llorona di Jayro Bustamante  (Guatemala, Francia, 2019, 97’) giovedì 24 ottobre ore 19.00 Emilio Vedova. Dalla parte del naufragio
di Tomaso Pessina (Italia, 2019, 68’) Sarà presente il regista ore 21.00 Barn / Beware of children di Dag Johan Haugerud (Norvegia, Svezia 2019, 157’) venerdì 25 ottobre ore 18.30 Corpus Christi di Jan Komasa (Polonia, Francia, 2019, 116') Introducono il film Giorgio Gosetti, Delegato Generale delle Giornate degli Autori, e Silvia Jop, Direttore Artistico di Isola Edipo, insieme a Costanza Quatriglio ed Alessandro Rais ore 21.30 Un monde plus grand di Fabienne Berthaud (Francia 2019, 100’) Sarà presente la regista Scopri le SCHEDE FILM
Leggi di più...

Vincitori e premi – Sole Luna Sguardi Doc Treviso 2019

Durante il Sole Luna Sguardi Doc, che si è tenuto a Treviso dal 3 al 6 ottobre 2019, le giurie speciali hanno conferito i seguenti premi: PREMIO DELLA GIURIA FILM FOR OUR FUTURE SAIGON SUR MARNE di Aude Ha Leplège (Francia 2019, 14') Motivazione: Aude Ha Leplège è capace allo stesso tempo di concentrasi su temi SDG e usarli in manner creativa ed originale. La regista narra una storia di vita vera senza retorica e clichés, inoltre senza la ruvidezza di molti documentari la cui intenzione è spesso quella di "sensibilizzare lo spettatore" (difficilmente raggiungendo l'obiettivo). Invece di utilizzare uno sguardo crudo sul lato crudele della vita, Leplége è sorprendentemente capace di vedere le cose puramente come un bambino la cui immaginazione è costantemente alimentata da racconti magici da genitori amorevoli, nonni, nonni e così via. Fatto semplice: l'amore può fare la differenza. PREMIO DELLA GIURIA STUDENTI - “THE JOURNEY” BELOVED di Yaser Talebi (Iran 2018) Motivazione: Il regista ritrae con discrezione, rispetto e intensità la vita quotidiana di un’anziana pastora delle montagne iraniane. La vediamo pienamente inserita nel paesaggio maestoso e nei cicli della natura, a contatto con le bestie che sono la sua unica compagnia, in una solitudine che è gratitudine e accettazione della propria condizione esistenziale. Ci hanno colpito il coraggio e l’umiltà con cui affronta la durezza di una realtà molto lontana dalla nostra (la sua “sweet misery”), fiera della propria indipendenza e capace di sorprenderci fino al finale, folgorante, del racconto. Ammirevoli la regia, la fotografia e il ritmo disteso della narrazione, in perfetta sintonia con la realtà raccontata. MENZIONE SPECIALE GIURIA STUDENTI - SEZIONE “THE JOURNEY” CHILDREN OF THE SNOW LAND di Zara Balfour & Marcus Stephenson (UK 2018) Children of the Snow Land - Trailer from Snow Land on Vimeo. Motivazione: Il diario di viaggio di quattro ragazzi che tornano nei loro paesi himalayani dopo aver passato dieci e più anni in una scuola per bambini delle montagne, a migliaia di chilometri (e decine di giorni di faticosa marcia) da casa, ci consente di conoscere una realtà difficile che questi ragazzi affrontano con coraggio e determinazione. Attraversando paesaggi di straordinaria bellezza, essi intraprendono un viaggio di formazione che li porta a ritrovare gli affetti familiari e a riscoprire le proprie radici in un mondo arcaico, da cui si accorgono di avere moltissimo da imparare e che raccontano con uno sguardo partecipe e al tempo stesso critico. Tornano rinsaldati negli affetti, nella fiducia nell'istruzione, più maturi, pronti a guidare i più piccoli nella loro stessa scuola. Il film ha colpito in particolare la componente studentesca della giuria, che ha deciso così di assegnargli la menzione speciale. PREMIO DELLA GIURIA STUDENTI - SEZIONE “HUMAN RIGHTS” CONGO LUCHA di Marlène Rabaud (Belgio 2018) Motivazione: In un Congo martoriato dalla guerra e dalla dittatura, un gruppo di ragazzi combatte, in maniera non violenta, per la libertà propria e del proprio paese. La regista segue per due anni le vicende di questo movimento, registrandone le conquiste e le battute d’arresto, che non compromettono la determinazione e l’entusiasmo che i ragazzi manifestano nella lotta per i diritti civili e la democrazia, a cui credono profondamente. Colpisce la loro gioia che si esprime nel canto e nella condivisione degli ideali e delle azioni, in contrasto con la generazione disillusa dei padri. La regista ritrae questa realtà dall’interno, in modo dinamico ed efficace, senza perdere di vista il quadro d’insieme, fino all’inatteso e drammatico epilogo. Di particolare impatto sugli spettatori più giovani la tensione ideale che anima i protagonisti. PREMIO RUBINO RUBINI - ASSEGNATO DA SOLE LUNA UN PONTE TRA LE CULTURE My home, in Lybia di Martina Melilli (Italia 2018,66) Motivazione: My home, in Lybia permette una riflessione sul fenomeno della migrazione e del ritorno e lo fa sapientemente e in maniera intimista. La malinconia e la nostalgia si accompagnano ad una fresca narrazione fatta di dialoghi sul web. Il punto di vista originale di Martina Melilli restituisce verità e documenta storia e sentimenti. Un film che Rubino avrebbe mostrato ai suoi allievi come ottimo esempio di cinema del reale.   PREMIO DEL PUBBLICO SGUARDI DOC TREVISO CHILDREN OF THE SNOW LAND di Zara Balfour & Marcus Stephenson (UK 2018) Children of the Snow Land - Trailer from Snow Land on Vimeo.
Leggi di più...